Pagine

mercoledì 5 settembre 2012

Nell'attesa: aspetto.

Nell'attesa: aspetto.


Ho seguito orme perché avevo una storia da fare.
Sono partito solo perché solo ho pianto, e solo andrò via.
M'è così difficile sopravvivere a me stesso.
Stanco.
Mi barcameno su di un piano che non incide neanche uno dei miei.
Vorrei gridare, e dimentico che il primo dei sordi sono io.
Faccio finta.

Sorrido: questo s'aspettano da me. Questi erano i patti: in tempo di pace.
E io non deludo, no: mi permetto solo qualche bicchiere: mi serve un vizio, per ricordarmi d'essere ancora un uomo.
Vivo una vita che, forse, non è neanche più la mia.
Ottemperanza: forse per questo non l'abbandono.

Aspetto. Sono già comodo.



M.
(L'uomo dei difetti...)

Nessun commento:

Posta un commento

Dimmi cosa ne pensi!

Le pagine più lette